Prossima Partita

Nessuna partita in programma.

Login

Rubrica Storica - I Mori raccontano...

Bari vs Cagliari (2009-2010)
Bari amara per il Cagliari. Su diciotto gare giocate, i rossoblu hanno vinto in terra pugliese due sole volte. Al termine della prima sfida in assoluto tra le due squadre in casa biancorossa, disputata nel maggio del 1956, il Cagliari condusse in porto trionfalmente l'incontro grazie ai gol di Mezzalira e Letari che firmarono il 2-1 finale vanificando il provvisorio pareggio di Bretti.

Da allora, Bari si è rivelata terreno ostico per i rossoblu che negli anni a venire hanno rimediato la miseria di una vittoria, dieci pareggi e sei sconfitte in casa dei galletti biancorossi. Il Bari porterà per la prima volta a casa l'intera posta nel 1962/63, allorché la squadra di casa ebbe la meglio sulla compagine sarda per merito di un gol di Sacchella che decise l'incontro. Da allora, una serie di tre pareggi separa il Cagliari da una nuova sconfitta in Puglia, e anche stavolta si tratta uno 0-1 durante la stagione 1984/85, gara decisa da Bivi su calcio di rigore. Curiosità: in entrambe i casi al termine della stagione i baresi verranno promossi in A. Nel 1986/87, invece, il Bari degli inglesi Cowans e Rideout subirà la seconda storica sconfitta contro i rossoblu, sancita da un rigore di Montesano allo scadere del primo tempo.

Dopo questa vittoria si avrà l'inizio di una vera e propria serie negativa che dura tuttora per ciò che concerne le gare nel capoluogo pugliese. La sequenza inizierà in un San Nicola nuovo di zecca nel 1990/91 con un pesante 1-4 firmato per la squadra di Salvemini da Terracenere, Joao Paulo, Maiellaro e Soda (i rossoblu erano addirittura passati in vantaggio al 2' con Fonseca), per poi proseguire con una nuova vittoria pugliese nel 1991/92 (0-1 con rete di Soda a otto minuti dalla fine).
Dopo lo 0-0 del 1994/95, si registra un nuovo, fragoroso tonfo dove andranno a segno tutti gli attaccanti biancorossi: lo svedese Kennet Andersson, Protti (quell'anno capocannoniere del campionato) e il colombiano Guerrero firmeranno lo 0-3 finale. Dopo l'1-1 del febbraio 1999 con autogol di Neqrouz su tiro di Mazzeo per il Cagliari e gol su rigore di Daniel Andersson, il Bari porterà nuovamente a casa l'intera posta nella sfida dell'aprile 2000 quando fu sufficiente un altro rigore dello stesso Daniel Andersson a decidere la gara in favore della squadra allora guidata da Fascetti.

Quello è stato l'ultimo confronto in A delle due squadre, che si incontreranno successivamente per tre volte in serie B e in tutti e tre i casi la disputa terminerà con uno scialbo 0-0. Numeri alla mano, il Cagliari non segna a Bari da più di nove anni e non vince da oltre ventidue: si spera che gli uomini di Allegri riescano a invertire la tendenza in entrambe i sensi.
Autore (Nicola Adamu)
Condividi su Facebook       
Elenco Puntate Rubrica

Home | Contattaci | Stagioni | Giocatori | Allenatori | Aggiornamenti

Questo sito NON è collegato in nessun modo al Cagliari Calcio spa. I marchi e i loghi presenti sul sito sono dei rispettivi proprietari. Questo sito non è testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità.Non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001

Privacy Policy